Carmen di Georges Bizet

Teatro comunale dal 18 marzo al 29 marzo 2016. Regia di Pietro Babina

Per l’Opera “Carmen” in scena al Tetro Comunale di Bologna dal 18 al 29 Marzo 2016,
Flò Fiori propone un’installazione in linea con il suo stile che ha come valore primario la messa in scena della “bellezza”, utilizzando elementi naturali abbinati a contenitori di preziosa lavorazione artigianale.

Partendo da questo presupposto, Flò traduce gli aspetti più rappresentativi e più coinvolgenti  dell’opera di Bizet - l'amore, la gelosia, la passione -  in chiave scenografica.

Carmen, intrappolata dall’altrui desiderio, prende forma nelle sensuali rotondità del grande vaso. Sembra quasi che un’ampia gonna plissée accolga il suo busto adornato di rosse e profumate Camelie: ne risulta l'idea di una donna quasi irraggiungibile.

L’amore come sentimento ineluttabile, che costringe i protagonisti dentro alla gabbia della passione, si esplicita con un groviglio di  rete che avvolge la scenografia e contemporaneamente identifica l’arena dove si svolge l’atto finale dell’Opera.

Le rose gialle rinchiuse nella teca di vetro rappresentano la gelosia che non lascia vie di scampo e conduce alla morte.

I colori dominanti - il rosso, il nero ed il giallo - oltre ad evocare i sentimenti descritti, ricordano la tradizione delle corride e la Spagna, i luoghi di “Carmen”.

I due preziosi sassi in terracotta dalla smaltatura metallizzata sono appoggiati alla base del grande vaso nero: creando equilibrio fra gli elementi dell’installazione, simboleggiano gli amanti che soccombonoal fascino della ribelle gitana.

Il parterre di sabbia bianca evoca nel nostro pensiero il sole caldo del Mediterraneo e ci porta su quel lembo di spiaggia che nell’immaginario comune rappresenta la culla dove furtivamente si consumano le grandi passioni d’Amore.

Per Informazioni e Biglietti:

TEATRO COMUNALE BOLOGNA