Flò Fiori interpreta il dramma lirico “WERTHER”

al Teatro Comunale di Bologna dal 2 al 23 Dicembre 2016

A partire dalla stagione teatrale 2016 il Teatro Comunale di Bologna si apre a nuove forme di espressione. Si sviluppa quindi una partnership artistica con Flò Fiori iniziata con “ATTILA” e proseguita con tutte le altre opere sino ad oggi presentate: VANGELO, CARMEN, IL BARBIERE DI SIVIGLIA, LE NOZZE DI FIGARO, LUCI MIE TRADITRICI, TITANIC.

Per ognuna di queste opere Flò Fiori ha realizzato una personale interpretazione attraverso un installazione “Naturale” all’interno del Foyer Respighi. Un’esperienza che ci ha regalato grande energia e nuove emozioni e che il pubblico del teatro ha accolto con entusiasmo e positività.

L'interpretazione del dramma lirico “Werther”

Flo-opera-Werther

Un omaggio alla Natura intesa come rifugio che accoglie anche nei momenti di sconforto diventando una inesauribile fonte d’ispirazione.
I grandi vasi plasmati con la terra si vestono dirami scuri e malinconici per immedesimarsi con i sentimenti tormentati ed irrequieti degli artisti romantici.
Candidi come la giovane e pura sposa promessa ad un altro, gli steli essiccati di Lunaria dalle sfumature argentee illuminano la scena, raccontando contemporaneamente   ilpensiero dellamorte e della speranza del giovane Werther travolto da un sentimento d’amore non corrisposto.

L’opera fotografica dell’artista Roberto Dapoto, collaboratore di Flò Fiori, completa e rafforza il messaggio della nostra scenografia amplificando la sensazione di essere immersi ed avvolti in questa natura malinconica e romantica.

Il 15 dicembre in occasione della Prima alle ore19.00,
Annalisa Lo Porto di Flò sarà presente per raccontare il pensiero che ha guidato l’interpretazione di “Werther” ed ha reso possibile l’installazione floreale all’interno del foyer Respighi.